Come definire una strategia di trasporto e metterla in atto

Come definire una strategia di trasporto e metterla in atto

1 Panoramica

La sfida

Una volta definita una strategia per le operazioni di magazzino e dopo aver affrontato le questioni legate alla conformità, al fisco e alle normative, è il momento di predisporre una strategia di trasporto e definire le modalità con cui attuarla. Queste scelte avranno un impatto diretto sull'esperienza del cliente finale e influiranno quindi sulla crescita globale e sulle conversioni.

L'obiettivo

Definire una strategia di trasporto e le relative modalità di attuazione in grado di superare le aspettative dei clienti e raggiungere gli obiettivi di costo.

Siccome il mondo dei trasporti è molto complesso, in questo documento l'abbiamo suddiviso in tre categorie diverse:

  • Spedizioni in ingresso: dato che la maggior parte delle attività manifatturiere è concentrata nel continente asiatico, è indispensabile predisporre una strategia affidabile per il trasporto aereo, marittimo e ferroviario

  • Spedizioni in uscita: interessa ai commercianti che praticano l'e-commerce. In genere, i costi di trasporto per le spedizioni in uscita sono un fattore chiave del bilancio economico nelle operazioni logistiche. È quindi necessario ottimizzarli e migliorare i tempi di consegna per il cliente

  • Trasporti a carico completo o parziale in uscita: interessano i commercianti che consegnano prodotti ai centri di distribuzione dei rivenditori, ai punti vendita o ai propri negozi al dettaglio, nonché alle società di spedizioni che effettuano consegne ai vettori di ultimo miglio. In questo segmento si concentra la maggior parte dei volumi di merci della rete e quindi è il più esposto ai rischi. Garantire il buon funzionamento delle attività di distribuzione su scala nazionale è il presupposto fondamentale per costruire una robusta catena di fornitura. Anche conoscere il panorama degli operatori attivi in base al mercato e alle modalità di trasporto può aiutarti a trovare le alternative più adatte per rispettare i requisiti di consegna imposti dai negozi o dai centri di distribuzione dei fornitori. Se scegli il partner giusto, la tua rete ne guadagnerà in termini di flessibilità e ampiezza.

2 Spedizioni in ingresso

1. Tieni conto dei volumi di produzione e delle sedi dei fornitori

  • L'analisi delle sedi dei fornitori e dei volumi produttivi può orientare la scelta dello spedizioniere, la modalità di trasporto e l'ottimizzazione delle spedizioni in ingresso per quel che riguarda i costi e la velocità di consegna.

  • Per trovare un compromesso tra i costi e la velocità di consegna, puoi provare a segmentare la base dei tuoi fornitori. Ad esempio, potresti raggruppare in un centro logistico tutti i fornitori a coda lunga con volumi ridotti ed effettuare spedizioni dirette nel caso dei fornitori con volumi consistenti di merce.

2. Scegli la combinazione di spedizionieri più adatta per il trasporto aereo, marittimo e ferroviario

  • Sul mercato globale sono presenti molti operatori, come Expeditors, Kuehne-Nagel, DHL Global Forwarding, DB Schenker e così via, ciascuno dei quali è specializzato in un determinato settore. Prima di decidere a quale spedizioniere affidarti, cerca di capire quali sono i punti di forza di ogni operatore.
  • Il nostro consiglio è di creare un portafoglio composto da diversi operatori, su scala globale e regionale, che ti consenta di diversificare la capacità e i costi.

3. Scegli i tempi di consegna più adatti in base ai requisiti del ciclo dei prodotti e alle settimane di fornitura. Ecco alcune linee guida generali:

  • Se puoi, usa il meno possibile le spedizioni a carico parziale (LCL, Less than Container Load) e scegli servizi più veloci per pagare meno maggiorazioni.
  • Il trasporto marittimo dall'Asia all'Europa richiede un tempo di transito standard di circa 30 giorni ed è il sistema logistico meno costoso.
  • Il trasporto ferroviario dall'Asia all'Europa richiede circa 20 giorni e ha un costo superiore al trasporto marittimo.
  • Il trasporto aereo differito richiede circa 10 giorni e ha un costo superiore al trasporto ferroviario.
  • Il trasporto aereo standard richiede circa 5 giorni ed è il sistema logistico più costoso.

4. Scegli un agente doganale che abbia un buon rapporto di collaborazione con gli spedizionieri a cui ti affidi.

  • L'approccio consigliato è quello di scegliere un agente doganale attivo su scala globale, che possa contare su un supporto operativo completo e su sistemi consolidati.

  • Garantire che le spedizioni avvengano entro i termini e non siano interessate da ritardi nelle procedure doganali è indispensabile per la consegna delle merci in entrata.

  • L'agente doganale farà in modo di ottenere tutti i documenti necessari per lo sdoganamento, in conformità all'accordo sul livello dei servizi definito, e garantire il superamento dei controlli di conformità.

5. Individua i metodi più efficaci per automatizzare le operazioni dei fornitori e degli spedizionieri. Di seguito riportiamo alcune prassi del settore volte a migliorare la visibilità. Ti saranno utili per espandere correttamente l'esecuzione delle operazioni di magazzino:

  • PO (EDI 850, 855, 860, 865)
  • ASN EDI 856
  • EDI 214 - Eventi relativi al vettore
  • Configurazione degli eventi relativi alle ricevute di magazzino secondo la norma EDI 861
  • Corrispondenza dell'ASN con gli eventi relativi al vettore e le ricevute di magazzino per un tracciamento visibile in tempo reale a livello di SKU.

3 Spedizioni in uscita

L'esperienza dell'utente nella ricezione delle consegne è unanimemente considerata come uno dei fattori chiave che influenzano la fidelizzazione dei clienti e promuovono la crescita dell'e-commerce. Lo sviluppo di una strategia di consegna dei pacchi può essere tuttavia un'operazione complicata, perché i clienti chiedono da un lato spedizioni più veloci, mentre le aziende sono incalzate a ridurre i costi di trasporto. La strategia deve essere quindi mirata in funzione dei singoli paesi, in modo da soddisfare le aspettative specifiche della clientela.

Le strategie di consegna dei pacchi possono essere suddivise in due parti: consegne di ultimo miglio e primo miglio (dal lato delle spedizioni in uscita) e trasporto dei resi.

Spedizioni in uscita:

  • Quando pensi di esportare i tuoi prodotti in una nuova area geografica, all'inizio puoi affidare le consegne di primo e ultimo miglio a un corriere attivo sul territorio nazionale, come UPS, DHL e FedEx.

  • In alcune aree, potresti dover cambiare strategia se alcuni operatori locali hanno il monopolio del settore. Il mercato giapponese, ad esempio, è dominato da Yamato, Japan Post e Sagawa.

  • I prezzi per la consegna dei pacchi devono essere ottimizzati in base al profilo specifico del prodotto (peso e dimensioni) e alla distanza del cliente.

  • In seguito valuta subito se è possibile ottimizzare i costi con una combinazione tra servizi postali e corriere espresso.

  • Se conosci le aspettative dei clienti in relazione alle consegne tramite corriere espresso, alla possibilità di differenziare le opzioni di consegna (ad esempio, se è possibile acquistare online e ritirare la merce in un punto vendita o presso un magazzino, pianificare le consegne e così via), puoi adattare le tue offerte fin dal primo momento e scegliere i vettori più adatti per l'offerta.

  • Il passaggio successivo consiste nel conoscere gli operatori logistici sul mercato locale e aggiungerli al portafoglio dei vettori.

  • Per ottimizzare ulteriormente le spedizioni di ultimo miglio, il commerciante può assumere il controllo delle consegne di primo miglio ricorrendo a una società di trasporti a carico completo e accedendo direttamente al centro logistico finale dei vettori di ultimo miglio. Questa strategia determina un ulteriore miglioramento dei costi e dei tempi di consegna.

Trasporto dei resi:

  • Per il trasporto dei resi, è indispensabile offrire diverse possibilità in grado di semplificare la restituzione dei prodotti.

  • Inizia con un servizio di corriere e quindi migliora l'offerta usando il servizio postale nel primo miglio e un corriere nell'ultimo miglio.

  • Per migliorare l'esperienza dei clienti nella consegna dei resi, crea un portafoglio di vettori basato sul profilo dei prodotti.

  • Un altro fattore indispensabile è accelerare il rimborso per i clienti, che deve essere effettuato nel momento stesso in cui il prodotto raggiunge il primo centro logistico per i resi, come indicato dai dati di tracciamento del vettore.

  • Per ottimizzare ulteriormente le spedizioni di ultimo miglio, il commerciante può assumere il controllo delle consegne di primo miglio ricorrendo a una società di trasporti a carico completo e accedendo direttamente al centro logistico finale dei vettori di ultimo miglio. Questa strategia determina un ulteriore miglioramento dei costi e dei tempi di consegna.

4 Trasporti a carico completo o parziale in uscita

1. Esamina i volumi di scambio della rete in funzione delle spedizioni e dei luoghi di destinazione

  • La posizione dello spedizioniere può orientare la tua scelta verso un partner situato nello stesso territorio, che disponga di un parco mezzi adatto alle operazioni di magazzino.

  • All'inizio è consigliabile avvalersi di 3-5 società di trasporti a carico completo (TL, Truck Load) e a carico parziale (LTL, Less Than Truckload). Questa scelta ti consentirà di raggiungere gli obiettivi in termini di costo e di servizio.

2. Stringi una partnership con le società di trasporto a carico completo e parziale più adatte alle tue esigenze

  • Decidi se vuoi lavorare con un vettore dotato di risorse proprie o con un intermediario. Sono due figure del settore che hanno raggiunto un buon grado di sviluppo e offrono vantaggi diversi.

  • Trattandosi di uno dei comparti più longevi del settore, esistono numerosi vettori locali e nazionali. Ciascuno di essi ha punti di forza specifici in diverse direttrici, a seconda delle attività che si trovano attualmente a gestire. Ad esempio, un vettore con un cliente che effettua tutti i giorni delle spedizioni dalla Lombardia al Lazio sarà interessato a trasportare merci dal Lazio alla Lombardia nel viaggio di ritorno, con un conseguente alleggerimento della struttura dei costi. Osserva il ciclo dei prodotti e definisci i livelli di servizio necessari per gestire la tua rete. Di seguito puoi trovare alcune linee guida generali:

  • Le merci pallettizzate devono essere trasportate su camion a carico parziale per un massimo di 12-14 pallet.

  • Se si supera questo numero, è consigliabile usare un trasporto a carico completo per ridurre al minimo i rischi.

  • Per i trasporti a carico completo, scegli un operatore che sia in grado di mettere a disposizione autisti singoli e in team, per coprire una distanza maggiore con i mezzi. Esistono infatti limiti di legge ai tempi di guida.

  • Cerca un servizio di corriere espresso che possa aiutarti quando hai una spedizione urgente con un carico inferiore a 12 pallet.

4. Prova a rendere automatiche le procedure per l'appalto dei carichi, la definizione dell'itinerario e il tracciamento delle spedizioni.

  • Molte società di trasporti a carico completo e parziale condividono gli eventi logistici nei formati previsti da EDI214. Questa tendenza sta coinvolgendo un numero maggiore di società, in quanto disporre di una visibilità completa sul prelievo e sulla consegna dei carichi completi e parziali è diventato fondamentale per la gestione di un'azienda logistica.