Pianificare la logistica negli Stati Uniti

Guida offerta da Ingram Micro Commercial and Lifecycle Services

Pianificare la logistica negli Stati Uniti

1 Panoramica

La sfida

La più grande economia del pianeta e al terzo posto nel mondo per popolazione, gli Stati Uniti sono chiaramente un mercato da considerare. Alla guida del passaggio globale verso lo shopping digitale, con l'e-commerce in crescita in tutti i settori, gli Stati Uniti presentano grandi opportunità per le aziende. Anche se gli Stati Uniti non sono direttamente coinvolti nella tua strategia di crescita, hanno un'influenza significativa sul commercio globale e dovrebbero essere considerati come parte di un quadro economico più ampio.

Il tuo obiettivo

Leggendo questa guida, conoscerai le opportunità offerte dagli Stati Uniti e imparerai a sfruttarle al meglio. Inoltre, ti farai un'idea generale della posizione occupata dal paese negli equilibri internazionali e del motivo del suo influsso sulle aziende.

2 Far crescere l'attività negli Stati Uniti

Dopo aver dominato il mondo dell'e-commerce per oltre un decennio, oggi gli Stati Uniti sono il secondo mercato di e-commerce al mondo. Si prevede che nel 2018 le vendite di e-commerce negli Stati Uniti raggiungeranno i 461 miliardi di dollari, rappresentando circa il 9% delle vendite al dettaglio all'interno del paese. Le previsioni indicano che nel 2018 oltre 190 milioni di consumatori americani effettueranno acquisti online e che il 79,6% della popolazione sarà composto da acquirenti digitali. Guidato da giganti quali Amazon e eBay, l'e-commerce sta crescendo in tutti i settori. Di norma, i consumatori americani acquistano all'estero prodotti delle categorie abbigliamento e accessori, oltre che salute e bellezza.

Gli Stati Uniti dispongono dell'infrastruttura logistica più grande, più efficiente e più diffusa del mondo, che è attualmente in fase di aggiornamento per poter gestire i volumi di e-commerce futuri. Dai porti marittimi della costa occidentale di Long Beach ai nodi di trasporto interno di Omaha e Memphis, dalla città di confine di Laredo all'aeroporto O'Hare di Chicago, gli Stati Uniti sono un vero e proprio mega hub per le Americhe e oltre.

Oltre alla loro infrastruttura, gli Stati Uniti hanno il vantaggio di godere di un panorama logistico basato sulla tecnologia. I fornitori di servizi logistici sono sempre più integrati e si stanno muovendo verso l'automazione, offrendo nuove tecnologie, come la robotica di magazzino, per migliorare il servizio.

alt text

3 In breve

  • Oltre il 40% dei maggiori rivenditori degli Stati Uniti offre un servizio di ritiro in negozio per gli ordini di e-commerce e più del 45% dei consumatori probabilmente utilizza un'opzione di questo tipo. Le infrastrutture e i vari canali di e-commerce si stanno sviluppando e stanno migliorando rapidamente con l'aumento dei clienti che li utilizzano.

  • Cyber Monday è il più importante giorno di shopping online dell'anno. Infatti, nei prossimi cinque anni, si prevede un aumento delle vendite a due cifre in occasione di questa ricorrenza.

  • I beni importati più richiesti negli Stati Uniti includono prodotti agricoli (4,9%), forniture industriali (32,9%, di cui l'8,2% rappresentato dal greggio), beni strumentali, tra cui computer, apparecchiature di telecomunicazione, ricambi di autoveicoli, macchine per ufficio e macchinari per la produzione di energia elettrica (30,4% ), e beni di consumo, tra cui automobili, abbigliamento, medicinali, arredamento e giocattoli (31,8%).

  • Negli Stati Uniti esistono 149 porti. South Louisiana, Houston, New York, New Jersey e Long Beach sono spesso ai primi posti per tonnellaggio o unità equivalenti a venti piedi (TEU).

4 Tendenze dei clienti

Quando si decide di espandersi in nuovi mercati, è fondamentale riflettere sul comportamento dei clienti. In genere, in che modo i tuoi clienti ideali acquistano i prodotti? Qual è il loro metodo di spedizione preferito? I seguenti dati ti aiuteranno a riflettere su come le tendenze dei clienti influiranno sullo svolgimento della tua attività negli Stati Uniti.

  • Oltre l'80% degli americani acquista online e più del 51% dei consumatori dichiara di avere effettuato un acquisto da dispositivo mobile.

  • Oltre il 30% degli americani effettua acquisti online su base settimanale e più dell'80% lo fa almeno alcune volte al mese.

  • Il 23% degli acquirenti è influenzato dalle recensioni e dai suggerimenti sui social media.

  • Il 23% degli americani è disposto a pagare di più per una consegna in giornata. È preferibile offrire una serie di opzioni di spedizione, poiché il 40% degli americani segnala di aver annullato un acquisto a causa della disponibilità di pochi metodi di consegna.

  • Gli americani ritengono molto importante la trasparenza nel processo di spedizione e, in genere, controllano lo stato di ordine di un articolo almeno una volta al giorno.

  • Gli acquirenti online si aspettano di trovare informazioni di spedizione aggiornate, compresi numeri di riferimento via email e avvisi di testo.

  • L'importo medio di un ordine online si aggira intorno agli 80 dollari.

  • Le opzioni di spedizione nello stesso giorno, il giorno successivo e veloce sono fondamentali e la maggior parte dei clienti americani preferisce la spedizione gratuita. Il 54% dei consumatori dichiara di aver abbandonato il carrello degli acquisti a causa di costi di spedizione elevati. Questo dato indica un calo del 10% rispetto all'anno precedente, a dimostrazione di come i siti di e-commerce abbiano risposto e comprendano l'importanza di prezzi di spedizione competitivi.

5 Come iniziare

Se valuti l'approccio al mercato americano, pensa ai pro e contro della creazione di un'azienda e al tipo di struttura societaria più indicato per te. Richiedi un EIN (Employer Identification Number: numero di identificazione del datore di lavoro) statunitense e verifica se per il tuo prodotto sarà necessaria una dichiarazione di importazione. Infine, individua un centro di gestione degli ordini e corrieri che coprano le aree da te scelte come target negli Stati Uniti.

Market Finder ti offre un'analisi dettagliata dell'indice Doing Business della Banca Mondiale, con cui potrai farti un'idea di quanto sia facile fare business negli Stati Uniti. L'indice classifica 190 paesi del mondo in base alla facilità con cui è possibile aprire e gestire un'attività locale in ciascuno di essi. Per calcolare il punteggio vengono considerati dieci aspetti, tra cui la facilità con cui si riesce a ottenere la fornitura elettrica, l'accesso al credito e il potenziale per il commercio estero.

Quando si entra in un nuovo mercato è bene conoscerne le difficoltà amministrative, normative e logistiche che potrebbero presentarsi. Market Finder semplifica la consultazione dei requisiti legali e la risoluzione dei problemi logistici, oltre a fornire ulteriori strumenti e assistenza, tra cui guide dettagliate e approfondimenti.

alt text

Ingram Micro Commerce & Lifecycle Services fornisce soluzioni logistiche per aiutare le aziende a fare incontrare domanda e offerta.

Nota di suggerimento

I contenuti del sito sono solo a scopo informativo. Per consulenze finanziarie, fiscali o legali, rivolgiti a un esperto.