Pianificare la logistica in India

Guida offerta da Ingram Micro Commerce and Lifecycle Services

1 Panoramica

La sfida

L'India è una delle economie in più rapida crescita del mondo e, poiché apre i suoi settori industriali agli investimenti diretti esteri, presenta grandi opportunità di sviluppo. Sebbene i settori retail ed e-commerce dell'India stiano ancora maturando, la tecnologia sta ampliando il mercato per gli acquirenti online. Anche se l'India non è il mercato in cui hai in programma di espanderti direttamente, tieni presente che il paese ha un'importanza chiave come esportatore, importatore e produttore globale.

Il tuo obiettivo

Leggendo questa guida, scoprirai le opportunità offerte dall'India e come sfruttarle al meglio. Inoltre, ti farai un'idea generale della posizione occupata dal paese all'interno del gioco di equilibri internazionali e del perché ciò influisce sulle attività.

alt text

2 Espandere l'attività in India

L'India è una delle economie in più rapida crescita del mondo ed è alimentata da vari fattori, tra cui gli sviluppi nelle infrastrutture, un settore produttivo in forte espansione, il commercio di esportazione e importazione e le attività al dettaglio e agricole. Grazie al boom economico, il mercato logistico indiano è cresciuto in modo esponenziale nel corso degli anni e si prevede che il tasso annuo di crescita composto (CAGR) aumenti di oltre il 12% dal 2015 al 2020.[^1]

Quando valuti la logistica dell'e-commerce in India, dovresti tenere conto di fattori quali consolidamento, smistamento, trasporto da un terminal all'altro e consegna nell'ultimo miglio. Il trasporto, in particolare la consegna nell'ultimo miglio, rappresenta un fattore di costo significativo.[^2] In India, circa il 57% delle merci viene trasportato su strada, ovvero la modalità di viaggio più costosa. Sebbene quella dell'India sia la seconda più grande rete stradale al mondo, non è nelle condizioni migliori. Tuttavia è in corso un importante progetto di infrastrutture per i trasporti per migliorare strade, ferrovie, porti, aeroporti e centrali elettriche in tutto il paese.[^3]

Sebbene i settori retail ed e-commerce dell'India stiano ancora maturando, la tecnologia sta facendo passi da gigante per offrire più opzioni, prezzi più bassi e maggiore convenienza per gli acquirenti online. Amazon e Flipkart sono le due principali offerte di e-commerce in India, che insieme rappresentano oltre due terzi del valore dei ricavi lordi di vendita online nel 2016. Inoltre, il mercato dell'e-commerce indiano sta crescendo ogni anno a un tasso medio del 70% (più del 500% solo negli ultimi tre anni). L'e-commerce rappresenta quindi una buona opzione da valutare per raggiungere i clienti in India nei prossimi anni.[^4]

[^1]. Research and Markets [^2]. Multi-Channel Merchant [^3]. Reuters [^4]. Research and Markets; Internet and Mobile Association of India

3 In breve: dati concreti e vantaggi dell'espansione dell'attività in India

  • Le vendite di e-commerce in India sono destinate a crescere da oltre 20 miliardi di dollari nel 2017 a 52 miliardi di dollari nel 2022.[^5]

  • Negli ultimi anni, i settori chiave dell'economia indiana sono stati aperti agli investimenti diretti esteri ed è stato concesso alle aziende straniere di detenere fino al 51% di un'impresa indiana. Questa graduale apertura del mercato a investimenti diretti esteri nei settori del commercio al dettaglio, dell'aviazione, dell'e-commerce e della difesa dovrebbe contribuire all'espansione e al miglioramento delle catene di fornitura in tutta l'India.[^6]

  • La versione indiana del Cyber Monday è il Great Online Shopping Festival. È iniziato nel 2012 con una partnership tra Google India e Flipkart, HomeShop18, Snapdeal, Indiatimes shopping e Makemytrip.[^7]

  • Circa il 74% degli utenti Internet indiani ha meno di 35 anni; questo gruppo rappresenta la maggior parte degli acquirenti del paese.[^8]

(a) Panoramica e (b) suddivisione del settore della logistica dell'e-commerce al dettaglio indiano, 2016-2020

(a) Panoramica del mercato e crescita prevista
Dimensioni del mercato nel 2016 0,46 miliardi di dollari
Dimensioni del mercato nel 2020 2,20 miliardi di dollari
CAGR 2016-2020* 48%
Logistica come percentuale del settore dell'e-commerce al dettaglio 7%
(b) Suddivisione del settore (2016 e 2020)
Settore 2016 2020
Abbigliamento 38% 36%
Elettronica 29% 31%
Arredamento per la casa 15% 23%
Prodotti per neonati 9% 6%
Libri 7% 3%
Bellezza e cura della persona 1% N/A
Altro 1% 1%

*CAGR (tasso annuo di crescita composto) è il tasso di crescita annuo medio di un investimento in un periodo di tempo più lungo di un anno (da Investopedia).

[^5]. Statista [^6]. World Bank [^7]. CNet [^8]. BCG, Google

4 Tendenze dei clienti

Quando si decide di espandere un'attività in nuovi mercati, è fondamentale riflettere sul comportamento dei clienti. In genere, in che modo i tuoi clienti target acquistano i prodotti? Qual è il loro metodo di spedizione preferito? I seguenti dati ti aiuteranno a riflettere su come le tendenze dei clienti influiranno sul tuo modo di fare business in India.

  • Il principale metodo di trasporto è via terra e gli acquirenti e-commerce in India sono abituati ad aspettare almeno 10 giorni per ricevere la merce acquistata. Tempi di consegna più brevi non influenzano necessariamente la decisione dei clienti di acquistare.

  • Oggi, gli uomini rappresentano l'80% degli acquirenti online in India. Entro il 2020, tuttavia, si verificherà un cambiamento e gli uomini rappresenteranno il 58%, mentre le donne costituiranno il restante 42%.[^9]

  • Il pagamento alla consegna è il metodo online preferito in India.[^10]

  • Il 60% degli acquisti online avviene durante l'orario lavorativo (dalle 9:00 alle 17:00).[^11]

[^9]. A.T. Kearney, Google [^10]. Business Insider [^11]. Institute of Electronics and Telecommunications Engineers

5 Modelli di distribuzione

Spedizioni transfrontaliere in India

Le spedizioni transfrontaliere in India possono presentare varie problematiche, ad esempio costi di spedizione elevati, dazi doganali all'importazione e complessità relative a resi e cambi.

Distribuzione all'interno dell'India

Con l'entrata in vigore dell'imposta su beni e servizi, le decisioni relative alle località di stoccaggio sono state influenzate meno da dazi e imposte e di più dall'ubicazione dei clienti. In seguito all'introduzione di questa imposta, disporre di un solo magazzino potrebbe rappresentare un vantaggio rispetto alla gestione di più magazzini, in quanto consente un controllo dell'inventario più serrato e un maggiore risparmio fiscale.

In India esistono otto centri principali da considerare come sedi di stoccaggio: Delhi, Calcutta, Hyderabad, Chennai, Bangalore, Pune, Mumbai e Ahmedabad. Queste otto città concorrono per oltre il 40% al PIL totale del paese. Se i prodotti vengono stoccati e spediti da una di queste località, è possibile avere accesso a circa il 60% della domanda dei consumatori entro 12 ore.[^13]

La tabella seguente mostra importanti fattori da considerare nella scelta della località in cui stoccare il prodotto. Il facile accesso a porti e aeroporti fa di Mumbai una città molto richiesta: il porto di Mumbai gestisce il 70% del commercio marittimo indiano e oltre la metà del traffico aereo del paese (in India esistono oltre 20 aeroporti internazionali).[^14]

Delhi RCN Calcutta Hyderabad Chennai Bengalore Pune Mumbai Ahmedabad
In base al consumo
In base alla presenza di porti No No No No No
In base alla presenza di strutture

[^13]. Business World, BCG [^14]. India Brand Equity Foundation

6 Come iniziare a espandere l'attività in India

Se stai pensando di entrare nel mercato indiano, valuta il tipo di modello di gestione degli ordini e di struttura societaria più indicato per te. Qual è il modo più efficace per raggiungere i clienti e gestire gli ordini? Qual è la struttura aziendale più adatta per esportare ciò che offre la tua attività? Devi conoscere i requisiti normativi dell'e-commerce in India, le sue norme sull'investimento diretto estero (IDE) e i potenziali costi dell'imposta su beni e servizi che dovrai sostenere. Inoltre, devi stabilire se per il tuo prodotto sarà necessaria la registrazione del marchio. Infine, individua un centro di gestione ordini e corrieri che coprano le regioni indiane scelte come target.

Market Finder ti offre un'analisi dettagliata dell'indice Doing Business della Banca Mondiale, con cui potrai farti un'idea di quanto sia facile fare business in India. L'indice classifica 190 paesi del mondo in base alla facilità con cui è possibile aprire e gestire un'attività locale in ciascuno di essi. Per stabilire il punteggio vengono considerati dieci aspetti, tra cui la facilità con cui si riesce a ottenere la fornitura elettrica, l'accesso al credito e il potenziale per il commercio estero.

Quando si entra in un nuovo mercato, è bene conoscerne le difficoltà amministrative, normative e logistiche che potrebbero presentarsi. Market Finder semplifica la consultazione dei requisiti legali e la risoluzione dei problemi logistici. Inoltre, ti permette di ricevere ulteriore assistenza e utilizzare la nostra ampia gamma di strumenti, tra cui guide dettagliate e approfondimenti.

alt text

Ingram Micro Commerce & Lifecycle Services fornisce soluzioni logistiche per aiutare le aziende a fare incontrare domanda e offerta.

Nota di suggerimento

I contenuti del sito sono solo a scopo informativo. Per consulenze finanziarie, fiscali o legali, rivolgiti a un esperto.