Guida a una localizzazione di qualità

Come garantire e mantenere la qualità dei contenuti localizzati

1 Panoramica

La sfida

La qualità dei prodotti o servizi offerti dalla tua attività deve essere coerente in tutti i mercati e deve emergere anche attraverso la lingua utilizzata per trasmettere il tuo messaggio. Dopo aver selezionato un team interno o vendor terzi appropriati a cui affidare i servizi di traduzione, come fai a valutare, ottimizzare e mantenere questa qualità durante il processo di localizzazione?

Il tuo obiettivo

Assicurarti che la qualità della traduzione sia valutata, ottimizzata e mantenuta in modo da garantire che le persone ricevano un servizio uniforme e che l'immagine del tuo brand sia coerente in tutto il mondo.

Da dove cominciare

Le linee guida riportate di seguito mostrano un approccio sistematico alla procedura di controllo qualità in tutto il programma di localizzazione.

Per iniziare, considera la portata del tuo programma di localizzazione e poniti queste domande:

  • Di quali risorse e strumenti di traduzione disponiamo?
  • Come facciamo a selezionare traduttori e revisori esperti?
  • Chi si occuperà della procedura di controllo qualità dei testi localizzati?

2 Selezionare il team e classificare i contenuti

Questi passaggi illustrano le varie metodologie di controllo qualità, dalle procedure di base alle strategie più avanzate, basate su programmi accuratamente formulati.

Passaggio 1: fornisci supporto al tuo team di traduttori

Sia che ti affidi a un team interno di traduttori o a un vendor terzo, adotta i seguenti benchmark per assicurarti di ottenere traduzioni di qualità:

Rivolgiti a professionisti madrelingua

Per ciascuna lingua da localizzare, scegli traduttori madrelingua.

Affidati a esperti quando necessario

Se i contenuti presentano una terminologia specialistica, ad esempio correlata a prodotti inerenti il modello business-to-business, l'ambito tecnico o settori specifici, cerca professionisti con esperienza nella traduzione di questi tipi di testi.

Offri ai traduttori le risorse appropriate

Assicurati che i traduttori dispongano di guide di stile e glossari riguardanti la lingua e i prodotti specifici, regolarmente aggiornati per rispecchiare ogni dettaglio locale.

Passaggio 2: identifica i diversi tipi di contenuti e stabilisci le priorità di localizzazione

È poco probabile che la tua procedura di controllo qualità preveda la revisione di ogni singola parola tradotta. Pertanto, verifica i contenuti localizzati per identificarne il tipo e stabilisci la priorità da assegnare nella procedura di revisione.

Tipo di contenuti Definizione Esempi Priorità di revisione
Branding/marketing Contenuti correlati alla promozione e alle vendite ai clienti Sito web, materiale di vendita, campagne marketing, slogan, inviti all'azione Elevata

In genere si tratta di contenuti con la massima visibilità. Inoltre, si rivolgono a clienti nuovi e potenziali che potrebbero non avere ancora sviluppato la fedeltà al brand.
Legale Contenuti che informano i clienti di requisiti legali, contengono contratti legali o sono obbligatori per motivi di conformità Informative sulla privacy, contratti, moduli e altre note legali Elevata

Una traduzione errata potrebbe comportare problemi legali per l'azienda.

Suggerimento: l'ideale sarebbe di affidare la revisione a traduttori con esperienza in ambito legale e sottoporre i testi anche al controllo del tuo team legale.
Interfaccia utente/app per dispositivi mobili Interfaccia utente (UI) o applicazione creata dalla tua azienda per i clienti Dashboard o altra UI di proprietà, app per dispositivi mobili autonoma Variabile

Verifica le metriche sul traffico e di utilizzo. Maggiore è la visibilità dei tuoi contenuti, più elevato dovrebbe essere il livello di priorità assegnato per la revisione.
Assistenza Contenuti che aiutano i clienti a risolvere i problemi da soli Manuali, guide dell'utente, centri assistenza Variabile

Verifica la percentuale di clienti che utilizza questi contenuti in ciascuna lingua e stabilisci le priorità di conseguenza.

3 Controllo qualità

Passaggio 3: predisponi una procedura di controllo qualità dei contenuti

La procedura ottimale prevede due controlli chiave:

a. Revisione linguistica

È necessario verificare che la traduzione trasmetta gli stessi concetti principali espressi dai contenuti nella lingua di origine. Inoltre, la terminologia dovrà essere coerente e corrispondere al glossario fornito; i caratteri utilizzati dovranno essere conformi a quelli richiesti dalla guida di stile e così via.

L'organizzazione della procedura dipenderà dal volume dei progetti di localizzazione. Ad esempio:

Localizzazione una tantum

Un professionista madrelingua rivede la traduzione, preferibilmente con uno strumento di traduzione assistita (CAT), per consentire ai futuri revisori di beneficiare del suo lavoro.

Volume da basso a medio

Il vendor si occupa sia della traduzione sia della revisione finale dei contenuti utilizzando uno strumento CAT. In questo modo, i traduttori futuri impareranno da ciascun progetto e potranno utilizzare traduzioni precedenti per gli stessi contenuti.

Esigenze continue di localizzazione

Il vendor utilizza uno strumento CAT per coordinare il flusso di lavoro della localizzazione e generare una cronologia o "memoria di traduzione" dei progetti passati. Per ciascun progetto di localizzazione viene fornito il feedback da revisori specializzati; inoltre, le valutazioni vengono monitorate per individuare miglioramenti sistematici e giudicare le prestazioni dei traduttori. Di tanto in tanto, invita i traduttori a visitare la tua sede per aiutarli a comprendere le esigenze della tua attività e dei tuoi contenuti.

b. Convalida tecnica

Esegui il codice di una versione localizzata del sito web o dell'app per verificare che il testo venga visualizzato correttamente. Controlla come appaiono i contenuti sui vari schermi dei computer desktop e dei dispositivi mobili. L'obiettivo è individuare eventuali errori prima di proporre ai clienti la versione localizzata del sito web o dell'app.

Passaggio 4: misura la qualità della localizzazione in base agli indicatori chiave di prestazione (KPI)

Puoi valutare e monitorare l'andamento del programma di localizzazione. Utilizza i seguenti indicatori chiave di prestazione come punto di partenza e misura i miglioramenti nel tempo.

Ad esempio, se in un determinato mercato la percentuale di conversione dei visitatori è bassa, esamina più a fondo la qualità della traduzione di quell'area geografica e chiedi a persone madrelingua di fornire un feedback sui contenuti.

KPI linguistici • Leggibilità/stile/tono
• Conformità
• Significato
• Grammatica
• Punteggiatura/ortografia
• Terminologia
KPI sull'impatto • Nuovi clienti acquisiti nei mercati
• Traffico sul sito web (per paese e lingua)
• Percentuale di conversione dei visitatori
• Percentuale della quota di mercato
• Percentuale del ROI delle traduzioni

Dopo aver acquisito queste linee guida sulla gestione della qualità, il passaggio successivo è scegliere il personale che creerà i tuoi contenuti in diverse lingue.