Le vendite di airBaltic raggiungono nuovi livelli

Le vendite di airBaltic raggiungono nuovi livelli

Obiettivi

  • Aumentare la notorietà del brand
  • Fare aumentare le vendite in altri mercati
  • Migliorare l'efficienza del marketing digitale di airBaltic

Approccio

  • Creazione di una metodologia di domanda del mercato basata sulle rotte che consente di stimare la richiesta di rotte specifiche
  • Crea una dashboard operativa basata sui dati per monitorare e gestire l'attività digitale
  • Analisi continua dei dati e ottimizzazione delle campagne di conseguenza
  • Localizzazione delle campagne per ogni paese di destinazione

Risultati

  • Aumento del 125% delle vendite tramite AdWords
  • Riduzione del costo per segmento di oltre 4 volte
  • Previsto un aumento dei passeggeri e una continua riduzione del costo per segmento

Con sede a Riga in Lettonia e attiva in tutta Europa, airBaltic è la compagnia aerea regionale degli stati baltici. airBaltic mette in collegamento gli utenti del mercato nazionale con l'Europa, i paesi nordici, il Medio Oriente e la Comunità degli Stati Indipendenti, con 60 destinazioni.

La compagnia aerea è stata fondata nel 1995 e ha intrapreso un percorso di crescita ambizioso per il 2020. Ciò include una flotta rinnovata di 30 velivoli, tra cui sette nuovi Bombardier CS300, che la porta a essere la prima compagnia aerea al mondo che utilizza questo aereo all'avanguardia.

Con una forte presenza nei mercati nazionali, l'obiettivo di airBaltic era migliorare la notorietà del brand e le vendite in altri mercati, per generare il maggiore impatto possibile a un costo contenuto. Ha così deciso di concentrarsi sul marketing digitale, che offre la possibilità di monitorare e misurare i dati.

airBaltic ha collaborato con Google per definire un metodo di stima della domanda di mercato basata sulle rotte. In questo modo è stato possibile capire dove si concentrano i principali interessi all'estero, in quali lingue localizzare le campagne e come si presentano le dinamiche stagionali. Sono stati definiti nuovi KPI per allineare tutte le attività delle campagne agli obiettivi di business.

Utilizzando una soluzione di automazione personalizzata, airBaltic ha lanciato campagne sulla rete di ricerca a pagamento in dieci lingue e ne ha visualizzato il rendimento rispetto ai KPI in una dashboard operativa basata sui dati. L'analisi dei dati e le statistiche sono ora un fattore determinante per il marketing di airBaltic. Se i tassi di conversione di una campagna si dimostrano buoni, airBaltic può massimizzare il potenziale di tale attività.

airBaltic ha adottato un approccio incentrato sugli utenti per interagire con i clienti durante il loro percorso di acquisto tramite le campagne sulla rete di ricerca di Google. Ha anche utilizzato le campagne sulla Rete Display per creare la notorietà del brand e le campagne di remarketing per coinvolgere nuovamente i potenziali clienti che non hanno completato un acquisto. Google ha anche contribuito alla localizzazione delle campagne per ogni nuovo paese target.

Il 95% del budget destinato al marketing di airBaltic viene ora speso per l'attività digitale. Metà budget è destinato alle campagne sulla rete di ricerca, mentre il resto agli annunci di remarketing e display.

Rispetto alle prime campagne di prova su cinque diverse rotte, il costo per segmento è diminuito di oltre quattro volte e continua a migliorare. Nel 2016, airBaltic ha registrato un aumento del numero di passeggeri del 10% e un ulteriore incremento del 22% nel 2017.

Per noi è molto importante poter utilizzare Google. Stiamo migliorando la nostra posizione in mercati in cui prima eravamo deboli. La possibilità di analizzare i dati dei nuovi mercati ci consente di migliorare ulteriormente il processo di acquisizione di clienti futuri. Jouni Oksanen, SVP Marketing, E-commerce e vendite, airBaltic